sabato 15 novembre 2008

Quanto accaduto a Genova durante il G8 resta in gran parte sconosciuto o soltanto conosciuto attraverso notizie giornalistiche e servizi televisivi.-
Ma purtroppo in tanti - più o meno onestamente - hanno imbastito ipotesi , teoremi e soluzioni basate su notizie certamente non sempre obiettive.- Non sempre -come sempre accade- si è data la obiettiva notizia dei fatti e poi si è interpretata la notizia stessa.-
L'interpretazione strumentale , di parte, di ogni parte, ha spesso nelle fonti di informazione il sopravvento sulla notizia .-
Per i fatti di Genova -e non solo - si è andati oltre , si è arrivati a conclusioni che presuppongono una conoscenza certa di quanto accaduto.-
Si sentono esprimere spiegazioni e pareri sulla verità processuale come se si fosse letto ogni fascicolo e sentite tutte le testimonianze e le deposizioni.-
Si è dimenticato che il giudice ricerca la verità processuale -diversa dalla verità dei fatti -basandosi e sugli atti processuali e sul proprio libero convincimento.-
Si dimentica che il diritto è la scienza che deve calare la norma astratta nei fatti della quotidianità e cercare l'adesione della norma al fatto-reato.-
Si arriva a sentenziare , a condannare e ad assolvere convinti che quanto ci è offerto dai giornali e televisioni è esattamente quanto è accaduto e quanto è da giudicare.-
Si dimentica che altra cosa è il compito -ritengo non facile- del giudice penale chiamato a decidere della libertà altrui .-
Sarebbe bene usare più prudenza e più rispetto per la funzione giudiziaria e non continuare a fare processi sui giornali e nelle televisioni .-

3 commenti:

trillina ha detto...

Hai ragione! Bisognerebbe che tutti si occupassero del proprio lavoro, senza commentare, quasi sempre criticare, il lavoro altrui che sicuramente non conoscono se non superficialmente: si arriva a criticare il lavoro degli architetti, dei medici, dei magistrati, per non dire degli insegnanti. Tutti sanno tutto ed hanno consigli per tutti!

Lee Holloway ha detto...

A chi lo dici! Mi spiace leggere solo ora... io concordo in pieno. E penso anche che quello che scrivi sia da estendere più o meno ad ogni aspetto della vita: siamo molto svelti nel giudicare. Meno spesso cerchiamo di capire, o tacere.

Anonimo ha detto...

Super Citri - Max is an appetite suppressant, which helps reduce
fat production without stimulating the nervous system.

This avoids stress caused by constipation and hard stools.
During these moments, your body automatically feels good and does not feel
the need to consume food.

Feel free to visit my web page :: eating healthy on the go